"La Virtu della Fortezza"

dal 18 maggio il nuovo percorso espositivo CASTEL BESENO, IL MUSEO DOVE SI PREGA Dl TOCCARE Armi storiche, antiche tecniche militari, armature da indossare...

Home
Ordinamento
Contatti
Foto
Cinquecento
Gli Artigiani
Calendario
Oplologia
Links
Firma - Leggi il Guestbook

Pagine: 1 - 2 - 3

Castel Beseno

Castel Beseno non e solo il piu’ vasto ma anche il piu’ formidabile complesso fortificato rinascimentale del Trentino.
Documentato sul finire del XII secolo come feudo dei Da Beseno, l'edificio e la sua giurisdizione passarono ai Castelbarco nel 1303. Grazie ai rapporti di amicizia e di alleanza che costoro mantenevano con la Venezia, la Repubblica marinara pote’ nel 1412 dislocarvi una piccola guarnigione installandovi anche un proprio "provveditore". II castello fu pero acquistato al controllo tirolese nel 1460 venendo cosi poco dopo affidato alla famiglia Trapp, la quale pur cessando di abitarlo sin dal 1794 ne rimase proprietaria fino agli anni Settanta del XX secolo. Nel 1973 le imponenti rovine di Beseno furono cedute alla Provincia Autonoma di Trento, la quale ne avvio i complessi restauri. Come sede museale il castello e stato quindi aperto al pubblico nel 1988.

Arroccato a corona della collina rocciosa che domina la valle dell'Adige e la stretta percorsa dalla strada che porta verso gli altipiani di Folgaria e Lavarone e da li verso il Vicentino, Castel Beseno controllava un territorio chiave. Esso aveva infatti un'importanza non soltanto strategica, ma anche economica e commerciale in considerazione degli intensi traffici che vi si svolgevano, sia tra il Veneto e il Trentino che tra l'Italia e la Germania. Questi transiti non erano solo terrestri, lungo la "strada imperiale", ma anche fluviali: I'Adige era in passato infatti un fiume navigabile e quindi un importante asse di collegamento mercantile con Bolzano e con Verona.
La piana di Calliano era inoltre geograficamente equidistante rispetto ai due nuclei urbani maggiori del principato tridentino: il capoluogo, Trento, nel Quattrocento saldamente controllato dai tirolesi, e Rovereto, entrata invece all'inizio del XV secolo nei vasti possedimenti di terraferma della Repubblica di Venezia.
Alla fine del Medioevo la zona si presentava dunque inevitabilmente carica di tensioni e di antagonismi: non a caso essa fu il teatro della celebre battaglia di Calliano, combattuta proprio ai piedi di Castel Beseno il 10 agosto 1487, nel contesto della prima guerra veneto-tirolese. In quella battaglia trovo la sconfitta e la morte il famoso condottiero dei veneziani Roberto da Sanseverino.

[avanti-->]


La Virtu’ della Fortezza - Castel Beseno
Info: 0464 834600 0461 492840
e-mail:press@buonconsiglio.it www.buonconsiglio.it


Orario: fino al 30 giugno 9 -12 14-17.30 dal martedi’ al venerdi’, 10-18 sabato e domenica, luglio e agosto orario continuato 10-18, lunedi’ non festivi chiuso
Sede principale Castello del Buonconsiglio, Via B. Clesio, 5 - 38100 Trento - P.IVA 0176883 0224 tel. 0461/233770 - fax 0461/239497
e-mail: castellodelbuonconsiglio@provincia.tn.it - www.buonconsiglio.it
Sedi periferiche: Castello di Stenico - tel. 0465/771004 Castel Beseno - tel 0464/834600 Castel Thun - tel. 0461/657816